Autore: Bibliolatria

Sfiorire

Sfioriti.Persi nel nulla.Ricordi sbiaditi di vite che furono.E tutto muore.

L’inizio di ogni cosa, di Luca Ammirati

“L’inizio di ogni cosa” è una piccola luce in questo periodo così grigio. È un libro genuino e autentico che scava lento nei meandri interiori del lettore, costruendosi un varco difficilmente dimenticabile. Ci si immedesima subito nel protagonista confuso davanti ad un bivio esistenziale. Tommaso è…

“L’arte del respiro”, di Danny Penman

“L’arte del respiro è usata da migliaia di anni per i profondi benefici che infonde al corpo e alla mente. “ “Qualcuno sostiene che possa perfino condurre all’illuminazione spirituale. Ma io sono spirituale quanto un mattone… per questo la utilizzo per assaporare la bellezza dolceamara della…

Quando viene Dicembre

In questo strano dicembre, neanche il profumo dell’incombere del Natale può alleviare il senso di pressante angoscia che ci portiamo dietro. Quest’anno abbiamo perso tutto: parenti, libertà, nonni, amicizie, abbracci, viaggi. Abbiamo perso la possibilità di scegliere liberamente dove andare e cosa fare, chi vedere e…

Percorso enogastronomico nelle Langhe

Non di soli libri vive l’uomo. Siamo fatti di tante passioni e stimoli e l’enogastronomia é una di quelle che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, anche tra i giovanissimi. Per gli amanti del vino vorrei suggerire un percorso enogastronomico nelle Langhe, zona vocata…

21 giugno

21 giugno.Le mancanze creano più rumore delle presenze. Assordante é io silenzio che riempie stanze eternamente vuote. Buie, solo spiragli e bagliori da persiane semichiuse.

21 giugno

21 giugno.Le mancanze creano più rumore delle presenze. Assordante é io silenzio che riempie stanze eternamente vuote. Buie, solo spiragli e bagliori da persiane semichiuse.

Nebulosa

Sbiadita. I contorni sono sfumatinel tempo.È sparitala nitidezza,il profumodella pelle chiara,il lineamentidel volto docile. Tutto confusoin una nebulosascura.

Ho la morte negli occhi

Ho la morte negli occhid’un verde immutato,tra gote pallide la fine del giorno. Il nero delle ciglia, umido collanted’un viso che ha persovita e colore.

La sera

“La sera, come tutte le sere, venne la sera. Non c’è niente da fare: quella è una cosa che non guarda in faccia a nessuno. Succede e basta. Non importa che razza di giorno arriva a spegnere. Magari era stato un giorno eccezionale, ma non cambia…